I futures sono contratti derivati che derivano valore da un’attività finanziaria, come un titolo tradizionale, un’obbligazione o un indice azionario, e quindi possono essere utilizzati per ottenere esposizione a vari strumenti finanziari, tra cui azioni, indici, valute e materie prime. I futures sono un ottimo veicolo per la copertura e la gestione del rischio; Se qualcuno è già esposto o guadagna profitti attraverso la speculazione, è principalmente dovuto al loro desiderio di coprire i rischi.

I contratti futuri, a causa del modo in cui sono strutturati e negoziati, hanno molti vantaggi intrinseci rispetto alle azioni di trading.

Take Away chiave

  • Gli investitori azionari possono aver sentito il termine “futures” o “mercato dei futures”, ma pensato a se stessi che questi derivati esoterici non sono per loro.
  • Mentre i futures possono rappresentare rischi unici per gli investitori, ci sono diversi vantaggi per i futures rispetto al trading di azioni dirette.
  • Questi vantaggi includono una maggiore leva finanziaria, minori costi di trading e ore di trading più lunghe.

1. I futures sono investimenti altamente Leveraged

Per negoziare futures, un investitore deve mettere in un margine — una frazione dell’importo totale (in genere il 10% del valore del contratto). Il margine è essenzialmente una garanzia che l’investitore deve tenere con il proprio broker o scambio nel caso in cui il mercato si muova in modo opposto alla posizione che ha assunto e subisca perdite. Questo può essere superiore all’importo del margine, nel qual caso l’investitore deve pagare di più per portare il margine a un livello di mantenimento.

Ciò che i futures commerciali significano essenzialmente per l’investitore è che possono esporsi a un valore molto maggiore delle azioni di quanto potrebbe quando si acquistano i calzini originali. E così i loro profitti si moltiplicano anche se il mercato si muove nella sua direzione (10 volte se requisito di margine è del 10%).

Ad esempio, se l’investitore vuole investire Apple 1250 in azioni Apple (APPL) al prezzo di $125, può acquistare 10 azioni o un contratto futuro che detiene 100 azioni Apple (margine del 10% per 100 azioni: $1250). Ora supponendo un increase 10 aumento del prezzo di Apple, se l’investitore avrebbe investito nel titolo, avrebbero guadagnare un profitto di $100, mentre se hanno preso una posizione in un contratto futuro di Apple, il loro profitto sarebbe $1000.

2. I mercati futuri sono molto liquidi

I contratti futuri sono scambiati in numeri enormi ogni giorno e quindi i futures sono molto liquidi. La presenza costante di acquirenti e venditori nei mercati futuri assicura che gli ordini di mercato possano essere inseriti rapidamente. Inoltre, ciò comporta che i prezzi non oscillano drasticamente, specialmente per i contratti che sono vicini alla scadenza. Così, una grande posizione può anche essere eliminato abbastanza facilmente senza alcun impatto negativo sul prezzo.

Oltre ad essere liquidi, molti mercati dei futures commerciano oltre le ore di mercato tradizionali. Il trading esteso in futures su indici azionari viene spesso eseguito durante la notte, con alcuni mercati dei futures che scambiano 24/7.

3. Commissioni e costi di esecuzione sono bassi

Le commissioni sulle operazioni future sono molto basse e vengono addebitate quando la posizione è chiusa. L’intermediazione totale o commissione è di solito a partire da 0.5% del valore del contratto. Tuttavia, dipende dal livello di servizio fornito dal broker. Una commissione di trading online può essere a partire da 5 5 per lato, mentre i broker a servizio completo possono addebitare 5 50 per trade.

Si noti che i broker online offrono sempre più azioni gratuite e trading ETF su tutta la linea, rendendo la proposta di costo della transazione per i futures un po ‘ meno attraente di quanto non fosse stato in passato.

4. Gli speculatori possono fare soldi veloci (er)

Un investitore con buon senso può fare soldi veloci nei futures perché essenzialmente stanno negoziando con 10 volte più esposizione che con le scorte normali. Inoltre, i prezzi nei mercati futuri tendono a muoversi più velocemente rispetto ai mercati cash o spot.

Una parola di cautela, tuttavia: proprio come le vittorie possono arrivare più velocemente, anche i futures aumentano il rischio di perdere denaro. Detto questo, potrebbe essere ridotto al minimo utilizzando ordini stop-loss. Poiché i futures sono altamente sfruttati, le chiamate ai margini potrebbero arrivare prima per i trader con scommesse sbagliate, rendendoli potenzialmente uno strumento più rischioso di un titolo quando i mercati si muovono velocemente.

5. I futures sono ottimi per la diversificazione o la copertura

I futures sono veicoli molto importanti per la copertura o la gestione di diversi tipi di rischio. Le aziende impegnate nel commercio estero utilizzano i futures per gestire il rischio di cambio, il rischio di tasso di interesse bloccando un tasso di interesse in previsione di un calo dei tassi se hanno un investimento considerevole da fare e il rischio di prezzo per bloccare i prezzi di materie prime come petrolio, colture e metalli che servono come input. Futures e derivati contribuiscono ad aumentare l’efficienza del mercato sottostante perché riducono i costi imprevisti di acquisto di un bene a titolo definitivo. Ad esempio, è molto più economico e più efficiente andare a lungo in futures S&P 500 piuttosto che replicare l’indice acquistando ogni azione.

6. I mercati futuri sono più efficienti ed equi

È difficile operare su informazioni privilegiate nei mercati futuri. Ad esempio, chi può prevedere con certezza la prossima azione politica della Federal Reserve? A differenza dei singoli titoli che hanno addetti ai lavori o manager aziendali che possono far trapelare informazioni ad amici o familiari per gestire front-run una fusione o un fallimento, i mercati dei futures tendono a scambiare aggregati di mercato che non si prestano a insider trading. Di conseguenza, i mercati dei futures possono essere più efficienti e dare agli investitori medi una scossa più equa.

7. I contratti futures sono fondamentalmente solo investimenti cartacei

L’effettivo stock / commodity scambiato viene raramente scambiato o consegnato, tranne nell’occasione in cui qualcuno commercia per proteggersi da un aumento dei prezzi e prende in consegna la merce/stock alla scadenza. I futures sono di solito una transazione cartacea per gli investitori interessati esclusivamente al profitto speculativo. Ciò significa che i futures sono meno ingombranti rispetto al possesso di azioni di singoli titoli, che devono essere tenuti traccia e conservati da qualche parte (anche se solo come un record elettronico). Le aziende devono sapere chi possiede le loro azioni per pagare i dividendi e registrare i voti degli azionisti. I contratti futures non hanno bisogno di nulla di tutto ciò.

8. La vendita allo scoperto è più facile

Si può ottenere un’esposizione breve su un titolo vendendo un contratto futures, ed è completamente legale e si applica a tutti i tipi di contratti futures. Al contrario, non si può sempre vendere allo scoperto tutti i titoli, in quanto esistono normative diverse in diversi mercati, alcune delle quali vietano del tutto la vendita allo scoperto di titoli. Azioni di vendita allo scoperto richiede un conto di margine con un broker, e al fine di vendere a breve è necessario prendere in prestito azioni dal vostro broker al fine di vendere ciò che non si possiede già. Se un titolo è difficile da prendere in prestito, può essere costoso o addirittura impossibile a breve vendere quelle azioni.

La linea di fondo

I futures hanno grandi vantaggi che li rendono attraenti per tutti i tipi di investitori, speculativi o meno. Tuttavia, le posizioni con leva elevata e le grandi dimensioni dei contratti rendono l’investitore vulnerabile a perdite enormi, anche per piccoli movimenti nel mercato. Così, uno dovrebbe strategize e fare due diligence prima di trading futures e capire sia i loro vantaggi così come i loro rischi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.