Un concetto negli ultimi mesi che sembra essere diventato più diffuso è l’idea di baseload power. I politici sembrano menzionarlo in ogni occasione quando parlano di energia. Al momento viene utilizzato come motivo per cui il Regno Unito ha bisogno di più progetti nucleari e di altri tipi simili piuttosto che di sole energie rinnovabili.

Che cos’è il potere del carico di base?

L’argomento va fondamentalmente in questo modo. Quando il vento non soffia e il sole non splende, le energie rinnovabili come il solare e il vento non producono elettricità. Cosa succede durante quel periodo in cui abbiamo bisogno di energia? Abbiamo bisogno di qualcosa di più affidabile — qualcosa che produce energia elettrica per tutto il tempo e che possiamo contare su. Questa è la potenza del carico di base, fornita da fonti affidabili come centrali nucleari e centrali a carbone.

Il mito di Baseload

In superficie, sembra abbastanza ragionevole. È uno dei motivi principali per cui l’attuale governo britannico si è concentrato sul nucleare negli ultimi anni. L’ipotesi iniziale di baseload, tuttavia, viene in realtà messa in discussione sempre di più. Anche se non si sente molto su di esso sui media.

Prima di tutto, ci sono alcuni esperti che contestano l’idea che una fornitura di carico di base sia necessaria o addirittura una buona cosa. L’altra ipotesi che viene contestata è se il nucleare fornisca effettivamente un carico di base affidabile anche se ne abbiamo bisogno. Non esiste davvero una centrale elettrica affidabile, tutti hanno le loro fluttuazioni nella quantità di elettricità che forniscono. L’ultimo punto che viene fatto è che c’è un corpo di pensiero che tecnologie come il vento e solare non stanno per essere in grado di fornire energia baseload — molti troppo pensano che questo è lontano dalla verità reale.

Non tutti dipendono dai baseloads. In Germania, alcuni stati operano già con il 100 per cento di energie rinnovabili e la loro dipendenza da centrali elettriche esterne al carico di base è davvero molto piccola. La ricerca sia in Australia che negli Stati Uniti ha anche dimostrato che più che probabile le rinnovabili sarebbero in grado di fornire tutta l’energia di cui abbiamo bisogno senza alcun passaggio alle cosiddette centrali elettriche a carico di base.

Una nozione è che avere una vasta gamma di sistemi di energia rinnovabile, tra cui idro, eolico e solare, può fornire un’infrastruttura affidabile e flessibile che soddisfa più delle nostre esigenze. Ciò significa che le promesse che avremmo dovuto “spegnere le luci” se non avessimo avuto un backup nucleare sono più che un po ‘ spurie.

Le energie rinnovabili sono inaffidabili

Alla base di questa adesione al mito del carico di base c’è il fatto che le energie rinnovabili sono “inaffidabili”. Non e ‘ proprio vero. Sì, ci sono problemi quando il vento non soffia o il sole non splende, ma con un buon mix di energie rinnovabili sarai in grado di fornire l’energia necessaria. E non dimenticare che abbiamo un gran numero di centrali idroelettriche nel Regno Unito e stiamo iniziando a sfruttare maggiormente il potenziale dell’energia delle maree.

Per molti che vedono baseload come un mito, una scusa per far decollare un grande, ingombrante e costoso progetto di energia nucleare, sembra che le loro voci siano raramente ascoltate nei media mainstream. L’idea di potenza baseload è conveniente-suona bene quando lo dici. Ciò non significa che sia del tutto vero e forse dovremmo scavare un po ‘ più a fondo piuttosto che accettarlo come dogma energetico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.