‘La Russia è colpevole”, ha dichiarato il ministro degli Esteri spagnolo. Le migliaia di persone che affollavano la Calle de Alcala di Madrid hanno urlato la loro approvazione. Colpevole della nostra guerra civile… dell’omicidio dei nostri fratelli e sorelle… La distruzione del comunismo è una condizione necessaria per la sopravvivenza di un’Europa libera e civile.”Mentre Ramon Serrano Suner parlava il 24 giugno 1941, la Wehrmacht di Hitler sorprese i difensori dell’Unione Sovietica.

L’Operazione Barbarossa, l’invasione dell’URSS, era stata lanciata con la speranza di una rapida vittoria. Esaltati dai primi successi tedeschi e dalla chiamata alle armi del loro Ministro degli Esteri, decine di migliaia di spagnoli si arruolarono in una Divisione spagnola di volontari – la Divisione blu.

In pochi giorni, le 18.000 aperture furono riempite da desiderosi studenti universitari, irriducibili anticomunisti e veterani della guerra civile. Sebbene il partito fascista spagnolo, il Falange, gestisse il reclutamento, gli ufficiali della divisione dei volontari erano quasi esclusivamente regolari. La struttura di comando era solida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.