BOSTON, MAMMA. – 14 SETTEMBRE: il lanciatore di partenza dei New York Mets Noah Syndergaard, a sinistra, sceglie Ian Kinsler dei Boston Red Sox in prima base su un lancio a Jay Bruce dei Mets (19) durante il settimo inning di una partita di baseball della Major League al Fenway Park di Boston il 14 settembre 2018. (Staff Photo By Christopher Evans / Boston Herald)

Per tutto il tempo che posso ricordare, mi ha colpito come sciocco che gli angeli e Dodgers, i Cubs e White Sox, i Mets e Yankees, giocare in diversi campionati.

Non ha più senso che se Needham e Wellesley giocato in diverse conferenze. Scegliendo i lati nel parco giochi, competi con e contro altri bambini del tuo quartiere. E se si vuole ottenere più serio su di esso, si ottiene una squadra insieme e sfidare uno dal quartiere più vicino.

Perché ha preso la proposta di una stagione pandemica abbreviata per la programmazione basata sulla geografia per passare alla ribalta?

Anni fa, ho eseguito la mia idea per il riallineamento geografico passato allora commissario MLB Bud Selig. Generalmente gli piaceva il suono e ha risposto con una domanda interessante: se dovessi ricominciare da zero, come lo faresti?

Precisamente.

Il COVID-19 ha costretto il baseball a premere il pulsante di reset e una delle idee in discussione, come riportato per la prima volta da Bob Nightengale di USA Today, richiede una stagione abbreviata giocata con un programma che ridimensiona i viaggi. Le tre divisioni di 10 squadre sono raggruppate in base alla geografia e l’intero programma è pieno di partite giocate contro i rivali di divisione.

Il rapporto USA Today ha allineato le divisioni in quanto tali:

Est: Baltimora, Boston, Miami, New York Mets, New York Yankees, Philadelphia, Pittsburgh, Tampa Bay, Toronto, Washington.

Centrale: Atlanta, Chicago Cubs, Chicago White Sox, Cincinnati, Cleveland, Detroit, Kansas City, Milwaukee, Minnesota, St. Louis. Il sito utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione, di terze parti, di terze parti, di terze parti e di terze parti.

Quell’allineamento divisionale potrebbe funzionare senza problemi in una stagione di 162 partite facendo giocare ogni squadra ogni avversario di divisione 18 volte e nessun altro, tranne nella postseason.

Funziona particolarmente bene per le squadre dell’Est perché ogni partita sarebbe giocata nel fuso orario orientale, il che rende migliori gli ascolti televisivi e meno dipendenti che chiamano in malattia perché la partita della notte precedente giocata a Seattle è andata in inning extra.

La Divisione Centrale dispone di sei club dai fusi orari centrali e quattro dalla parte orientale.

Diventa un po ‘ appiccicoso nella Divisione occidentale perché molti dei giochi che gli Astros e i Rangers giocheranno si svolgeranno con una differenza di tempo di due ore. Questa iniquità potrebbe essere affrontata con un aggiustamento della condivisione delle entrate o una clausola che tutte le partite contro queste squadre giocate nel fuso orario del Pacifico devono iniziare un’ora prima, o una combinazione di entrambi gli aggiustamenti.

Un riallineamento geografico ha vantaggi che vanno oltre fattori evidenti come tempi di gioco più convenienti e costi di viaggio ridotti. Qualcuno ha fatto un viaggio? I fan dei Red Sox possono aiutare i Mets a vendere Citi Field per un trio di serie di tre giochi ogni anno.

La familiarità con nove avversari aumenterebbe anche l’interesse. Il più familiare un fan diventa con un giocatore avversario, il più fastidioso la sua abitudine di giocherellare con il suo guanto di battuta cresce. Il disprezzo arricchisce le rivalità.

L’unico lato negativo di fare questo su base permanente è che invece di due MVP, Cy Young e Rookie of the Year onorificenze assegnate ogni stagione, ci dovrebbe essere uno o tre. Non c’è niente di male nel dare uno ciascuno al meglio dell’Est, del Centro e dell’Ovest. I giocatori non dovrebbero avere un problema con questo dal momento che significa 33 per cento in più premi legati saranno pagati.

L’All-Star Game?

O la metà più giovane degli All-Stars gioca contro la metà più anziana, o come cenno al passato, hanno giocatori provenienti da club precedentemente della National League si oppongono alla Lega americana.

Qualsiasi cambiamento con il baseball richiede una grande quantità di negoziazione a causa degli interessi concorrenti di giocatori contro proprietari, squadre di grande mercato contro club di piccolo mercato, ecc. Ma non c’è dubbio che abbia più senso allineare geograficamente i franchising e questo down time è un ottimo momento per iniziare a stirare le rughe.

Se e quando il baseball arriva a colpire il pulsante di reset geografico su base permanente, sarebbe il momento perfetto per introdurre un altro cambiamento. Mandato che il World Series opener è un gioco di giorno, così gli studenti possono scoprire quali insegnanti sono abbastanza fresco per ruota un televisore in classe. I bambini utilizzati per ottenere agganciato sul baseball guardando le World Series. Ora stanno dormendo al terzo inning, se si preoccupano anche di iniziare quello che non saranno in grado di finire.

Complimenti alla MLB per aver riflettuto sul riallineamento geografico come un modo per cercare di eliminare gli innumerevoli ostacoli logistici che minacciano un ritorno agli affari durante la pandemia globale. Vergogna su MLB se i piani non sono seriamente rivisitati nel mondo post-pandemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.