Si guada alla macchina da bagno.

Lei guada alla macchina da bagno.

lycheeswimwear, Caraibi

lycheeswimwear, Caraibi

Ah, la macchina da bagno vittoriana. La risposta dell’era vittoriana agli insabbiamenti da spiaggia. C ” erano così tante regole di galateo balneazione da sostenere sia nel 18 ° e 19 ° secolo, regole che tenevano le donne ei loro corpi spiaggia sotto copertura. La regina Vittoriana aveva una macchina da bagno stivata nel suo rifugio sul mare sull’isola di Wight. Le spiagge erano segregate, con uomini in una zona e donne nell’altra.

Donna si arrampica in macchina da bagno.

Donna si arrampica in macchina da bagno.

Le macchine da bagno erano carri di legno, alti circa sei piedi e larghi otto piedi con un tetto a picco e due porte o una copertura di tela su entrambi i lati che permetteva alle bagnanti femminili (nuotatrici) di cambiare i loro vestiti e nei loro costumi da bagno senza essere visti dagli uomini.

Macchina da bagno a riva.

Macchina da bagno a riva.

La “macchina” aveva una porta dietro e davanti. Il pavimento era a circa quattro metri da terra e doveva essere raggiunto da una scala a pioli. In genere aveva una panca e alcuni asciugamani, oltre a un contenitore foderato per i vestiti bagnati. L’unica luce proveniva da un’apertura nel tetto.

Uomini e donne sono stati segregati sulle spiagge

Gli uomini nuotavano da piccole barche.

Gli uomini nuotavano da piccole barche.

Gli uomini erano autorizzati a nuotare (fare il bagno) nei loro cassetti sotto, tuffandosi da piccole barche. Nel frattempo, i furgoni e i luoghi di balneazione per le donne furono separati da quelli riservati agli uomini, per proteggere le modeste donne nei loro costumi da bagno. (Immagino che alcuni uomini avrebbero potuto guardare dal lato proibito della spiaggia.)

Le macchine da bagno venivano spostate da cavalli o da esseri umani

Coppia vista macchine da bagno.

Macchine da bagno trainate da cavalli.

Le scatole a quattro ruote sono stati srotolati in mare, di solito da cavalli, ma a volte da esseri umani e sono stati trainati a riva quando il beachgoer sollevato una bandiera attaccato al tetto per segnalare il conducente che erano fatto con la loro avventura spiaggia.

I” Tuffatori ” erano usati da persone che non sapevano nuotare

Sirene a Brighton, William Heath, 1829.

Una volta abbastanza profondo nel surf, il bagnante usciva dal suo carrello usando la porta rivolta lontano da occhi indiscreti sulla spiaggia. Nuotatori inesperti (che sarebbero state molte delle donne vittoriane), avrebbero arruolato il servizio di un “merlo acquaiolo”, una persona forte dello stesso sesso che avrebbe scortato il bagnante nel surf nel carrello, spingerla in acqua e poi tirarla fuori dall’acqua quando era soddisfatta.

Macchine balneari lungo la costa.

Macchine balneari lungo la costa.

Nel pieno della loro popolarità, le macchine da bagno allineavano le spiagge della Gran Bretagna, così come la Francia, la Germania, gli Stati Uniti e il Messico.

Le macchine da bagno hanno perso popolarità quando le spiagge sono state desegregate

Due bagnanti a piedi.

Due bagnanti a piedi.

Scandaloso bagnante femminile, 1913.

Uomo e donna sulla spiaggia, 1913.

Le macchine sono diminuite in popolarità quando si è verificata la separazione legale di genere delle spiagge, a partire dal 1901.

Macchina da bagno Cartolina, 1910.

Macchina da bagno Cartolina, 1910.

Signore macchina da bagno, 1902.

Signore macchina da bagno, 1902.

Nei nostri meravigliosi tempi di bikini brasiliani/italiani (dai un’occhiata alla fantastica linea di Lychee Swimwear), pensaci due volte la prossima volta che usi una cabina che cambia. Alcune delle macchine da bagno sono sopravvissute fino ad oggi come capanne sulla spiaggia in località famose.
Racing Nellie Bly
Victorian Secrets From Footnotes In History

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.