Una delle impressioni più visive che ho delle Bermuda sono tutti i tetti bianchi che occupano la remota, ma classica isola britannica nell’Atlantico. Oltre ad essere artisticamente impressionante, la scarsità di acqua dolce li ha resi una necessità. Sapevi anche che questi tetti bianchi hanno un impatto ambientale benefico? A volte un ambiente unico accoppiato con la scarsità si traduce in belle soluzioni.

L’acqua potabile è stata una preoccupazione da quando l’abitazione umana ha iniziato a Bermuda nel 1600. Bermuda è impostato su calcare poroso e pozzi spesso ceduto acqua salmastra o salata. I primi coloni presto si avvicinò con l “idea di pavimentazione colline per raccogliere l” acqua corrente, nonché per modellare i loro tetti per incanalare l ” acqua da loro in cisterne. I tetti sono modellati nelle superfici inclinate graduali con le creste della grondaia che incanalano l’acqua verso i tubi che conducono ad un carro armato sotterraneo. Questi sono fatti di blocchi di calcare e tagliati in singole liste dopo di che diversi strati di cemento lavano e il tetto è finito con calce.

Il composto di lavaggio del cemento bianco (vernice & miscela di polvere) disinfetta l’acqua piovana mentre scorre in una vasca di contenimento (anche se i tetti devono essere puliti dagli escrementi di uccelli, ecc.)

Una volta che un tetto è in funzione e il serbatoio seminterrato ha acqua, una pompa elettrica solleva l’acqua dal serbatoio e viene immagazzinata sotto pressione dell’aria. L’acqua esce dai perni aperti dovunque nella casa spinta da aria appiattita. Molte case hanno un sistema separato di impianto idraulico in esecuzione ai bagni. I pozzi sulla premessa, pompando acqua salata o salmastra, alimentano questo secondo sistema idraulico e l’acqua viene utilizzata principalmente per lavare i bagni. Si stima che il lavaggio consumi dal 40 al 50 percento dell’acqua totale richiesta in una residenza tipica ogni giorno, quindi questi pozzi risparmiano una quantità significativa di acqua piovana.

L’esplorazione moderna ha scoperto accumuli di acqua dolce sotto l’isola e gli impianti di trattamento ad osmosi inversa hanno permesso ad alcuni degli hotel più grandi di fornire ai loro ospiti acqua più abbondante, ma la maggior parte dei residenti dipende ancora dai loro tetti per la loro acqua. Infatti, regolamenti richiedono che le nuove abitazioni, scuole e altri edifici hanno almeno l ‘80% della superficie dei loro tetti grondato per raccogliere la media 55″ di pioggia media annua e specificare la dimensione dei loro serbatoi. Funziona. il 50% di tutta l’acqua potabile consumata nelle Bermuda proviene dai loro tetti.

I tetti bianchi mantengono anche le loro case più fresche durante i mesi più caldi. Uno studio del Lawrence Berkeley National Laboratory della California indica che una superficie di 1.000 piedi quadrati di tetto dipinto di bianco ha circa lo stesso impatto una tantum sul riscaldamento globale come il taglio di 10 tonnellate di emissioni di anidride carbonica in modo Bermuda sta facendo la sua parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.