Biografia

Architetto tedesco. Johann Balthasar Neumann fu il principale maestro dello stile tardo barocco in Germania.

Fu apprendista di un fondatore di campane e nel 1711 emigrò a Würzburg, dove ottenne il patrocinio del principe-vescovo di quella città, membro della famiglia Schönborn, dopo aver lavorato alle fortificazioni militari. Nel 1719 Neumann iniziò a dirigere la costruzione della prima fase della nuova Residenza (palazzo) per il principe-vescovo di Würzburg, e presto gli fu affidata la progettazione e la progettazione dell’intera struttura. I lavori per la Residenza continuarono a intervalli dopo la morte di Neumann nel 1753, anche se nel 1740 era avanzato abbastanza per il pittore Giovanni Battista Tiepolo per decorare gli enormi soffitti del palazzo.

Neumann iniziò a progettare anche altri edifici, a partire dal 1720 con la Cappella di Schönborn (1721-36) nella Cattedrale di Würzburg, la chiesa priorale di Holzkirchen (1726-30) fuori Würzburg e la chiesa abbaziale di Münsterschwarzach (1727-43). Ha fatto edifici per altri membri della famiglia Schönborn e alla fine è stato messo a capo di tutti i principali progetti di costruzione a Würzburg e Bamberg, tra cui palazzi, edifici pubblici, ponti, un sistema idrico, e più di una dozzina di chiese. Neumann progettò numerosi palazzi per gli Schönborn, compresi quelli per i principi vescovi di Bruchsal (1728-50) e Werneck (1733-45 circa). Nel 1740 progettò il suo capolavoro, la chiesa di pellegrinaggio a Vierzehnheiligen (1743-53), così come la chiesa di pellegrinaggio nota come Käppele (1740-52) vicino a Würzburg e la chiesa abbaziale a Neresheim (1747-53).

Neumann si mostrò un grande maestro della composizione negli interni delle sue chiese e palazzi. Le pareti e le colonne dei suoi edifici sono diminuite, mascherate o aperte per creare effetti sorprendenti e spesso giocosi pur mantenendo un senso di simmetria e armonia. Neumann ha fatto un uso ingegnoso di cupole e volte a botte per creare sequenze di spazi rotondi e ovali la cui eleganza luminosa e ariosa è evidenziata dalla luce del giorno che scorre attraverso enormi finestre. Il gioco libero e vivace di questi elementi è accentuato da un sontuoso uso di intonaci decorativi, dorature e statuarie e da murales a parete e soffitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.